Le graduatorie del Bando Estate INPSieme per l’Estero

Dopo aver visto nel post precedente come viene composta la graduatoria per i Soggiorni Studio in Italia (Leggi: Le graduatorie del Bando Estate INPSieme per l'Italia ), in questo articolo ci soffermeremo sulle graduatorie dei Soggiorni Studio all' Estero.

Ricordiamo che, sulla base di quanto accaduto negli anni precedenti, potranno partecipare al Bando Estate INPSieme 2020 gli studenti iscritti nell'anno scolastico in corso alla scuola secondaria di secondo grado, meglio nota come scuola superiore. (Leggi: I requisiti per partecipare al Bando Estate INPSieme). Ricordiamo che chi ha beneficiato nei due anni precedenti dei benefici del programma ITACA e chi ha già ottenuto contributi da INPS per i Corsi di lingua all'estero nell'anno del bando non può partecipare.

Il sistema a 4 graduatorie del Bando Estate INPSieme

Iniziamo con il dire che gli studenti delle scuole superiori che partecipano al Bando Estate INPSieme per l' Estero vengono suddivisi in base alla classe di appartenenza. Gli studenti della classe prima infatti concorrono in una graduatoria separata rispetto ai loro colleghi della classe seconde, terze, quarte e quinte. Questa divisione si è resa necessaria in quanto il sistema di attribuzione dei punti è basato anche sul merito scolastico dell'anno precedente .

Inoltre un'ulteriore divisione viene praticata tra gli studenti figli dei beneficiari del fondo IPOST e del fondo "GDP" che copre gran parte dei lavoratori pubblici italiani.

Esistono quindi 22 combinazioni, ovvero 4 graduatorie distinte.

Uno su mille ce la fa

Le statistiche mostrano che riuscire a vincere la borsa di studio Estate INPSieme per i Soggiorni all' Estero non è semplice poiché le possibilità sono in tutti i casi inferiori al 50%.

Il grafico mostra il rapporto i numeri dei contributi per i Soggiorni Studio all' Estero erogati da INPS e le domande pervenute tramite Bando Estate INPSieme 2020
Rapporto tra il numero di contributi erogati e le domande pervenute nell'ambito del bando Estate INPSieme 2019 Estero in ciascuna graduatoria.

Come si vede dal grafico la situazione è leggermente migliore per i beneficiari del fondo IPOST, ma comunque nettamente peggiore rispetto ai Soggiorni Studio in Italia.

L'INPS invero eroga ben 22.930 contributi, ovvero quasi il doppio rispetto al Bando Ex- INPDAP per l'Italia. Tuttavia ciò non basta per coprire la grandissima quantità di richieste che questo tipo di soggiorno genera.

Il punteggio ISEE

Come nel caso dei contributi per i Soggiorni Studio in Italia, un parametro fondamentale per la stesura delle graduatorie è il punteggio ottenuto dalla fascia ISEE. All'interno del Bando Estate INPSieme per l'Estero 2019 c'è infatti una tabella che mostra come questo punteggio viene attribuito al cambiare della fascia:

INDICATORE ISEEPUNTI
fino a 8.000,00 euro5,5
da 8.000,01 a 16.000,00 euro5
da 16.000,01 a 24.000,00 euro4,5
da 24.000,01 a 32.000,00 euro4
da 32.000,01 a 40.000,00 euro3,5
da 40.000,01 a 48.000,00 euro3
da 48.000,01 a 56.000,00 euro2,5
da 56.000,01 a 64.000,00 euro2
da 64.000,01 a72.000,00 euro1,5
da 8.000,01 a 16.000,00 euro5
fino a 8.000,00 euro5,5
oltre € 72.000,01 euro1

Qualora il sistema non trovasse una dichiarazione ISEE valida per l'anno di partecipazione, assegnerà in automatico il punteggio della fascia massima, cioè 1. Vedremo nel prossimo paragrafo come questo punteggio verrà utilizzato.

La composizione della graduatoria

In questo paragrafo vedremo di fare chiarezza sul metodo adottato da INPS per comporre le graduatorie degli studenti interessati al contributo per i Soggiorni Studio all'Estero.

Per stendere le graduatorie come da Bando Estate INPSieme 2019 viene data "priorità assoluta" agli studenti disabili riconosciuti dalla legge 104/92 all'articolo 3 comma 3 e agli studenti invalidi civili al 100%. Questo, in parole povere, significa che l'insieme di questi studenti (lo chiameremo classe A per comodità) verrà sistemato per primo nelle graduatorie. La classe A viene ordinata esclusivamente in base al punteggio ISEE.

In secondo luogo l'INPS darà priorità disabili ai sensi della legge 104/92 art.3 comma 1 e agli studenti con certificato rilasciato dalla ASL competente per bisogni educativi speciali (BES) o disturbi specifici dell'apprendimento (DSA). Questi studenti andranno a comporre la classe B che sarà anche essa ordinata esclusivamente in base al punteggio ISEE crescente. Tuttavia la classe B ha una dimensione limitata dal bando: questo significa che gli studenti con ISEE più alto potrebbero andare in esubero ed essere spalmati sulle classi C e D dove si troverebbero a competere con gli altri studenti "normodotati" in base all' ISEE e al profitto scolastico e senza alcun vantaggio derivante dalla loro condizione.

Gli studenti non appartenenti alle prime due categorie verranno assegnati alla classe C se hanno conseguito la promozione nell'anno scolastico precedente, oppure alla classe D in caso di bocciatura.

La classe C viene ordinata in base ad un parametro ottenuto dalla somma algebrica tra la media aritmetica dei voti conseguiti nell'anno scolastico precedente e il punteggio ISEE. A questo parametro vengono aggiunti due punti di bonus se lo studente non ha beneficiato del Bando Estate INPSieme Estero nei due anni precedenti.

La classe D invece, costituita dagli studenti bocciati, viene ordinata in base alla sola somma fra la media dei voti conseguiti nell'anno scolastico precedente e il punteggio ISEE, senza alcun bonus per i nuovi partecipanti.

A questo punto la sequenza di classi A, B, C e D ordinate andrà a costituire la graduatoria per i Soggiorni Studio all' Estero di INPS.

Cosa viene fatto in caso di parità di punteggio?

Nel caso più studenti ottengano lo stesso punteggio, per stabilire l'ordine viene preferito lo studente orfano. In secondo luogo si preferisce lo studente con media scolastica maggiore. Come terza priorità si sceglie lo studente con fascia ISEE più bassa. Infine, in caso di ulteriore parità, viene scelto lo studente di età anagrafica maggiore.

NON PERDERTI NEANCHE UN AGGIORNAMENTO, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Leave a comment